CISCO DIGITAL TRANSFORMATION LAB

Nel perseguimento dell’obiettivo di portare avanti progetti di formazione e di sperimentazione tecnologica sul territorio, in partnership con diversi stakeholder, il Consorzio CLARA, in collaborazione con Cisco e l’Ateneo Federico II, ha inaugurato il Cisco Digital Transformation Lab, un luogo dedicato a sviluppare progetti di co-innovazione, sfruttando piattaforme aperte e collaborazione con le startup, le università e le aziende del territorio. Il centro offre anche corsi di formazione in grado di trasferire competenze uniche a studenti e professionisti, per affrontare con successo le sfide di un mondo sempre più globale ed interconnesso.

DIGITAL READY NETWORKING ACADEMY BOOTCAMP

A partire dall’anno accademico 2018/2019, nell’ambito del progetto Cisco DTLab è stata avviata la prima edizione del “Digital Ready Networking Bootcamp”

L’iniziativa è finalizzata alla formazione di esperti delle moderne tecnologie di networking, capaci di sviluppare applicazioni innovative per infrastrutture di rete programmabili nel contesto tecnologico Industria 4.0. A questo scopo, viene erogato un corso specialistico focalizzato all’apprendimento delle moderne tecnologie di rete, comprese quelle abilitanti il paradigma dell’Edge/Fog Computing, della Network Programmability e della Cybersecurity. Il percorso formativo è sviluppato con una metodologia basata sull’integrazione tra formazione in presenza, apprendimento autonomo e didattica esperienziale basata sul lavoro di gruppo per la soluzione di challenge pratici a difficoltà crescente.

Al corso sono ammessi fino ad un massimo di 18 persone. Il requisito per la partecipazione è il possesso di diploma di scuola secondaria superiore o titolo equipollente. Per la natura specialistica dei contenuti del corso, è richiesta una conoscenza dei fondamenti di programmazione e delle reti di calcolatori. Inoltre, la partecipazione al corso è gratuita in quanto i costi per la sua realizzazione sono completamente a carico degli enti organizzatori.

PROGETTI DI SPERIMENTAZIONE FINALIZZATI ALLA DIGITAL TRANSFORMATION

Nell’ambito del percorso formativo previsto dall’Academy, è stata definita una fase finale in cui gli studenti sviluppano dei project work su dei reali casi aziendali, sottoposti ai ragazzi dalle aziende del tessuto economico regionale, nazionale, nonché multinazionale.

L’attività, quindi, da un lato consente agli studenti di cimentarsi nell’applicazione delle competenze acquisite su degli specifici casi aziendali, dall’altro permette alle aziende di proporre un caso interno di loro interesse al fine di sperimentare una soluzione, in un logica di correlazione tra gli studenti e le aziende.

Nel 2019 per la prima edizione del Cisco Digital Ready Networking Bootcamp, le aziende che sono state coinvolte sono:

  • Eav s.r.l.
  • Hitachi STS S.p.A.
  • Laminazione Sottile S.p.A.
  • Stazione Sperimentale Pelli
  • Penelope S.p.A

ALTRI PROGETTI INNOVATIVI

Oltre ai progetti di sperimentazione finalizzati alla Digital Transformation con le aziende del territorio, che rappresentano uno dei pilastri dell’iniziativa, durante l’anno gli studenti hanno avuto modo di sviluppare idee innovative che, se implementate, potrebbero avere impatti sociali molto positivi.

Differencia – A Smart Recycling Concept

Problema: E’ stato riscontrato che solo il 37% delle persone in Campania fa la raccolta differenziata e che la mancanza dei cassonetti, ed una più generale inefficienza della raccolta, ne fanno un tematica quanto mai attuale a livello di Salute e Sicurezza.

Soluzione: L’utilizzo di cassonetti intelligenti con un sistema di Blocco/Sblocco basato sui giorni di raccolta, opportunamente segnalato agli operatori e ben comunicato ai cittadini attraverso un sito web che li aiuterebbe anche a trovare il cassonetto vuoto più vicino. Ciò permetterebbe di migliorare l’efficienza della raccolta differenziata e della gestione dei rifiuti in generale.

Smart Lights – Migliorare l’illuminazione stradale nelle città del futuro

Problema: L’Italia è attualmente uno dei paesi più “luminosi” d’Europa con un consumo medio di 100kWh, circa il doppio della media europea. Uno spreco energetico che determina anche elevati costi di gestione.

Soluzione: Un sistema smart di illuminazione pubblica che, attraverso luci a risparmio energetico e accensione intelligente dei lampioni stradali, permetterebbe un enorme risparmio energetico (fino all’80%) e una forte riduzione dell’inquinamento luminoso.

PoIP – Parking Over IP

Problema: Trovare parcheggio per la propria auto è una delle sfide più difficili che dobbiamo affrontare ogni giorno, in particolare nelle città più popolate.

Soluzione: Un sistema in grado di individuare attraverso sensori di prossimità se c’è un posto libero nelle vicinanze. Tramite un app, collegata ad un server che gestisce le informazioni di tutte le aree di parcheggio, il cittadino può verificare in ogni momento il numero dei posti disponibili più vicini a lui. Ciò renderebbe più facile il parcheggio, migliorando la qualità della vita e riducendo il traffico.

Museum Challenge – Come la tecnologia sta cambiando il modo di fruire l’arte

Problema: Da un lato il naturale deterioramento delle opere d’arte, dall’altro la mancanza di interesse delle nuove generazioni verso la propria eredità culturale, hanno ispirato la sfida principale di questo progetto: come incrementare l’affluenza dentro i musei.

Soluzione: Un sistema basato su tecnologia IoT per monitorare lo stato delle opera d’arte, analizzando l’ambiente e monitorando l’umidità, da sempre una delle principali cause di deterioramento delle opere. Inoltre permetterebbe di migliorare la user experience, dando supporto alle guide, attraverso la condivisione di file multimediali di approfondimento ai visitatori.

SSK – Safe Smart Kitchen

Problema: Il crescente interesse verso la domotica fa sì che ci sia un’attenzione sempre maggiore verso la sicurezza in tutte le sue componenti, tra cui anche la cucina. Lo scopo del progetto è proprio quello di prevenire possibili casi di incidenti domestici.

Soluzione: Attraverso l’utilizzo di semplici sensori, ad esempio, è possibile far sì che la valvola si chiuda automaticamente quando il sistema rileva che il cibo sta bruciando o ancora che venga inviata una notifica in automatico per spegnere il forno quando il timer finisce.

Smart Parking System

Problema: Le grandi città da sempre devono affrontare numerosi problemi relativi alla mobilità e il parcheggio come inquinamento, ingorghi stradali e illegalità.

Soluzione: Un sistema di Smart Parking, basato su sensori IoT, collegato ad un server unico che individua la macchina e dopo averne letto il numero di targa, se questo corrisponde a quello prenotato l’attuatore va giù e libera il posto, altrimenti rimane su impedendo di occuparlo in maniera illegittima.

Se sei uno studente e vuoi sapere come partecipare

Se sei un’azienda e vuoi avere informazioni sui vantaggi della collaborazione